giovedì 22 settembre 2011

videodrome


Parole, colori, luci, suoni, pietra, legno, bronzo appartengono all'artista vivente. Appartengono a chiunque sappia usarli. Saccheggiate il Louvre! William Seward Burroughs

Lo sto facendo. Senza fretta. Eccentricamente potrei dire che me ne son nutrita con fantasia ributtando poi angoscianti e inquietanti visioni poco positive del mondo. Non mi concederò la salvezza. Mangiavo abitudinariamente routine, comune alla maggioranza, la condivo con bellezza e restituivo al mondo esseri mutati, stranianti universi, città infestate. La mia è popolata da orribilanti morti viventi. Siamo tutti zombie. S'inietta il virale contagio e ci si mescola, un'epidemia che non si argina. Non è un'allucinazione. È la moderna e ossessiva realtà che genera il mostruoso etere. Schermo, schermo delle mie brame, chi è il più drogato dall'oscuro potere? Prima di farmi risucchiare nel vortice perverso e onirico del mondo del fanta-horror m'esaspero nella ricerca dell'origine della mutazione e comincio ad interagire con la mia metà meccanica usando codici numerici, parole criptate, messaggio subliminale e metafora, archetipo e allegoria apocalittica. Così riuscirò a crescere a dismisura, raggiungendo la grandezza del potere controllore. Così competerò con gli stessi mezzi con la realtà catodica che annienta le menti e le coscienze. Non è una farneticazione. È l'era di selvaggi che si fa cibo per le macchine evolute e superiori. Suggestione infinita. Finché ci saranno corpi da fagocitare sì… finché ci sarà pulsione irrefrenabile che appaghi sì, poi la realtà ci apparirà una conclusione senza speranza, un ordine a cui obbedire, una fine alla quale non potremo sopravvivere, schiavi della propria percezione virtuale, sbattuti in prima visione, in prima serata nella video-arena, soccomberemo, per interruzione della corrente? No, per comando ricevuto.

28 commenti:

  1. ma nemmeno per idea!
    anni e anni di esercizio mentale per bypassare con responsabilità e consapevolezza ogni ostacolo si frapponesse tra l'utopia e l'essenza (con la E) e adesso dovrei spaventarmi per i miseri e fallimentari tentativi di omologazione e censura inibitoria od ordini superiori?
    anche il silenzio ha gambe, anche l'assenza (con la A).
    gli attuali misteri umani sono poco interessanti, meglio tornare a quelli antichi o futuribili perchè zombi no.
    piuttosto bonobo!

    RispondiElimina
  2. è inquietante, incredibilmente vero, però no. io mi rifiuto. ;)

    RispondiElimina
  3. "...esseri mutati, stranianti universi, città infestate". mai sentito descrivere le feci in modo così originale! delirio vaginale? dirlo è banale... quando tutto vale

    RispondiElimina
  4. La realtà genera il mostruoso etere, o è questo che genera la realtà?
    Il confine è stato già varcato?
    Sia come sia, la corrente ho già provveduto a interromperla io. Non si sa mai. ;)

    RispondiElimina
  5. I morti sono ormai la stragrandissima maggioranza... fortuna che, diversamente da quanto avviene nei film, per ora non si nutrono di noi pochi vivi (almeno non fisicamente...)
    Quando ho letto su un giornale della nascita della piattaforma i-tomb non ci volevo credere, invece avrà un successo pazzesco, e diventerà la versione cimiteriale di fessobukko: ma chi se ne fotte dei loro profili da muerti, se sono muerti già da vivi?
    667 ;-)

    RispondiElimina
  6. La natura ci metabolizzerà prima o poi. Ci sono anticorpi che non conosciamo.
    Chi me l'ha detto?
    Boh, forse un folletto su anobii.
    ;)

    RispondiElimina
  7. Se niente niente trovo un libro interessante io mi isolo, come talora mi capita, dal resto del mondo finché non finisco di leggere ...

    RispondiElimina
  8. Sei l’inventato,
    la mia creatura tenace,
    quella che andai armando lentamente
    durante tanti anni,
    rammendando, amorosa,
    ad ogni colpo della realtà.
    JULIETA DOBLES

    moriremo a cercare una scart ...

    RispondiElimina
  9. In fondo, abbiamo tutti bisogno di una droga per non pensare

    RispondiElimina
  10. Sai che da ragazzino ascoltavo un sacco gli White Zombie? ... forse per questo non guardo più la tv.

    RispondiElimina
  11. sarò sempre tipo da terza serata, cartomante notturno...

    RispondiElimina
  12. @Teti: resisto anch'io.. anche se la stanchezza fiacca qualsiasi tentativo di opposizione all'omologazione! ;)

    RispondiElimina
  13. @Ernest: Mai.. tranne che per i film di Roby! :)

    RispondiElimina
  14. @Patè: occhi aperti.. il rifiuto all'attaccamento ai falsi ideali è già 'il passo'. *

    RispondiElimina
  15. @Roby: XXXXD tu sì che sai comprendere l'assurdo! :*

    RispondiElimina
  16. @WebRunner: credo d'aver provveduto anch'io. Se ho fortuna non si svilupperà nessun'altra onda anomala! :/

    RispondiElimina
  17. @ZioScriba: come? Sono più pessimista. I morti si cibano già dei vivi eccome: dubbi, pace, privato, responsabilità..

    RispondiElimina
  18. @MagneTico: 'sti folletti di aNobii! 666)

    RispondiElimina
  19. @Adriano: il mio stesso metodo! ;) *

    RispondiElimina
  20. @Baol: A me basta un buon libro.. respiro carta! :)

    RispondiElimina
  21. @Alli: evviva! sei rinsavito? dai non era così male! :))))

    RispondiElimina
  22. @Giardi: la terza serata, la mia preferita! Fuori orario! ;)

    RispondiElimina