venerdì 28 settembre 2012

dell'aria che ti mantiene e le catene



Il mio volto mi fa paura, la maschera mi fa ancora più terrore. Finale straziante di favola sinistra. Diciamo che i miei occhi han sempre visto quei confini, ma li hanno sempre nascosti nei solchi, diventati cicatrici, chiare, indurite. Stratificate immagini sotto pelle. Un deposito che non ha valore ché spinto a sommarsi in maniera incoerente non fa che rendere più poveri, più soli, schiavi dell'immagine, vecchi nelle proprie fotografie, disgustosi nell'apparenza, sempre più lontani dalla realtà, sempre meno conformi alla forma… vera. I miei occhi non sono vetro: stupiti e separati dal corpo impagliato, si dibattono, vorrebbero scucirlo, venirne fuori. Simboli e segni potrebbero spavaldamente evidenziare la bruttezza, separarsi dalla confusione e venire a galla illuminando e muovendo l'originale visione. Ma quella foga diventa ossessione: che non si perda in movimenti inutili e, esaurito ed esausto, non si astragga ancor più, balbettante e poco funzionale, intimo, onanista discorso.

titolo da 'La piel que habito' di Pedro Almodovar
passo iniziale da 'Les yeux sans visage' di Georges Franju, 1959



in immagini sottospecie i Sallusti, le Porcherini

26 commenti:

  1. sarebbe mantra da ripetere per gli ibridi di cui sopra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai usato il termine giusto, maschere è un complimento in effetti ;)

      Elimina
  2. manca solo il sonoro di una rista sardonica!
    CLICK:)

    RispondiElimina
  3. ah! ora ho capito che attore...
    =)

    RispondiElimina
  4. Abbiamo postato alla stessa ora: ninchi-ninchi con il naso dobbiamo fare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ****** se prometti di non tirar fuori i denti! :)

      Elimina
  5. Ma metà degli italiani non vuole proprio vedere i volti ripugnanti dei tanti, troppi Dorian Gray in circolazione!

    RispondiElimina
  6. Il volto è la spocchia dell'anima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh! allora tolgo la testata.. :/

      Elimina
  7. Mamma mia che ridere quando ho aperto il post e visto la fotografia iniziale :-))) Bella l'immagine degli occhi che vorrebbero scucire il corpo venendone fuori! E' un'immagine frequente, che può verificarsi in tantissime situazioni differenti! Brava Milè, come sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti veniva da ridere anche a me.. * ;)

      Elimina
  8. Credo che Murnau gli avrebbe affidato il ruolo di Nosferatu senza pensarci due volte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la smetti di spiegarti? :p ti capisco benissimo a prima lettura, da sempre!

      Elimina
  9. Risposte
    1. dato che non son potabile, vediamo un po' :/

      Elimina