domenica 23 dicembre 2012

inosservati



For Carnation - oh Brian McMahan…

Ora so cos'è l'invidia. Comincia a rodere dentro e realizza in breve una voragine. Non la visualizzerei in verde. È densa di ogni colore: passa dal nero al blu oltremare, si stempera in un grigio opaco fino ad assumere tonalità rosso sangue. Mi si imprime nel bianco dell'indifferenza e si modella a zig zag a mo' di frequenza elettronica e incide, penetra, trepida, s'estende a macchia d'olio, gialla,  s'invola in frequenze talmente elevate da risultare rarefatte e poi sprofonda, viola, cupa, funzionale all'angoscia e alla trama indolente dei miei stati d'animo. È la parabola più breve che si possa registrare, ma supera la narcolessia emotiva di cui son preda, è un attimo, filtra la noia, sempre pronta alla conquista degli spazi incustoditi e m'induce alla reazione. Novità. Circolari. Ossessiva. Crescendo. Pathos. S'issa in precario equilibrio, fragile assai, dà uno sguardo intorno, finché arrivi l'assenza di elementi riconoscibili, nella non struttura, trasfigurata e priva di consistenza, si ripiega sul proprio lavoro, svolto per sottrazione e tende al confine silenzioso: quello dell'essenza del suono e del segno. La mia multicolore linea - l'osservare l'altrui - mi spinge avanti a riscoprire la sensibilità minimale, lenta, scheletrica, stilizzata, intima ombra, repressa, ma palese; è una cifra personale, quella aderente alle mie atmosfere notturne tutte incentrate a creare sfumature radiali, partono dal grado zero e procedono per strati espressivi ed emozionali, ad ipnotizzare e coinvolgere. Potrebbe sembrare un movimento impercettibile, appena accennato, ed è proprio il distacco, l'idea evanescente, la leggera pennellata, la traccia, la firma che distingue e riconosce, riscopre e valorizza nella sempre più affollata galassia di forme ed espressioni vane, tutte identiche e sfoggiate, nessuna unica, nessuna prezioso scrigno di promesse…


16 commenti:

  1. "Guarda e passa e non ti curar di loro...". Dice più o meno così, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci provo, ma il risultato non è sempre assicurato ;)

      Elimina
  2. che blues speranzoso!
    tuttavia è la foto che mi urge domanda:
    ma sti candidati che si dovrebbero (volendo) eleggere, quando ci faranno sapere chi siano_sono e/o saranno?
    che il mistero serva a contenere rivalità e invidia?
    no perché le trame politiche, tutto sono tranne che avvincenti, quindi non so tu, ma io gradirei un segnale, anche cromatico va bene, a cui attribuire una qualche differenza di intenti finali.

    RispondiElimina
  3. come tutti i tagli basta che li appendano e non tutti recano etichetta identificativa: origine, crescita, foraggio, ideali, intenti... morte che uno vuol morire. Che li si decida dovrebbe far pensare di aver aumentato il grado di democraticità e partecipazione. Son curiosa anch'io.

    RispondiElimina
  4. "Narcolessia emotiva"

    Perfetto. Condivido.

    RispondiElimina
  5. Invito - italiano
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. farò presto un salto... o per intenderla nella calda tradizione del ballo del tuo paese una sambata!

      Elimina
  6. io ti osservo anche se non commento . Buone feste
    ciao

    RispondiElimina
  7. Buon anno a te, a tutti gli invidiosi, i sordi ed i cerchi, e buona continuazione!

    RispondiElimina
  8. ciao milena, volevo salutarti. buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a te, è tanto che non passo. Imperdonabile.

      Elimina
  9. uè, guarda che rimetto il captcha! 666) *

    RispondiElimina