martedì 5 febbraio 2013

i mostri?



Quanta amnesia ha ammalato il mondo? Quanti ricordi schiacciati e piantati sotto una spessa coltre di indifferenza, innaffiati dalla disperazione? Dall'altra parte della terra sotto la frenetica spinta spunta il frutto del peccato subito, nasce la coscienza del male assoluto, comincia la ricerca delle ragioni, la fuga alla condanna dei colpevoli. E tanta ossessione s'impossessa del nipote del perseguitato. Tanto rinnovato vigore matura sulla fronte del figlio. Vendetta, rivalsa, maledizione. Tante voci, una moltitudine di voci, un'armonia insana di suoni, la massa informe di bocche aperte in un urlo che non senti chiaro e potente, ma che immagini lancinante, quanto più sordo possa rappresentare un'umanità impotente, violenta, inconsistente, bestiale, inutile, sprecona, speculare, infestata dallo stesso difetto. In superficie non diresti, cominci a scavare ed eviti di ammetterlo, ne ritrovi caratteristiche comuni e segnali incontrovertibili, ma neghi, dubiti, rifletti, capisci. Grigio intorno, fosco dentro.

Ad accogliermi fu il silenzio, il silenzio di una città non ancora morta ma agonizzante, una città che, dopo la dipartita dei soldati, era precipitata in una miseria spaventosa. I pochi turisti che c'erano gironzolavano intorno al Monumento e lungo i due o tre sentieri didattici sul genocidio che il Monumento aveva istituito.
Jachym Topol






20 commenti:

  1. hey! ma c'è un sacco di gente che ce l'ha un'ottima!
    però...
    cosa?
    sono sempre meno di quelli che l'hanno persa:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e non hanno nemmeno intenzione di recuperarla! /

      Elimina
  2. Mi accorgo che nello scrivere uso ancora l'aggettivo Umano, con la U maiuscola, in senso positivo... ma a volte mi chiedo fino a che punto abbia senso farlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro Zio, è un errore comune alle persone UMANE! :*

      Elimina
    2. Condivido il dubbio di Zio. L'accezione è da rivedere.

      Vota Petrolio.

      Elimina
  3. Forse é ancora peggiore la bestiale memoria che vuole cieca vendetta, come avvenne di recente nei Balcani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono detti locali e non che riassumono il concetto da te espresso… non tutti hanno il coraggio e la forza interiore per affrontare nuovi paesaggi e diversi orizzonti

      Elimina
  4. e ancora non è arrivato il dinosauro dentro il cilindro

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. tu sei mostro nella misura in cui ti ci fanno diventare… ah, se fossimo più vicini *

      Elimina
    2. Che succederebbe? Sarei meno mostro...?

      Elimina
    3. :D no, di più se è per questo! manno, solo più vicini

      Elimina
  6. Il fatto è che la vendetta ti si insinua dentro come un veleno...o come un antidoto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. piccola vendetta: salvezza - grande vendetta: inutile e dannosa ;)

      Elimina
  7. Grandi i Walking the Cow, passati mesi fa in palude ...***

    RispondiElimina