lunedì 21 marzo 2011

tsunami


Lo stesso effetto di devastazione che produssero le immagini nel buio. Arrivò come un'ondata sottile e sconvolse, vorace, tutto il paesaggio interiore, spazzando un'intera generazione di sensazioni, convinzioni e idee. Visionario e generoso donatore di seme d'originalità ed esplosione di clamore, m'ha resa madre di mille storie diverse, poliedrica ed eclettica. Devo rendere grazie all'umettatore, al fluido vivificatore e ai suoi personaggi, occhi a mandorla e veleno dolcissimo nei dialoghi e nei racconti. Lo riutilizzo ogni qualvolta mi sento più povera e arida. Che zuppa inodore, ma prova ad assaggiarla, vedrai quanto picchi. Ne butto giù una sorsata potente ed eccomi, più infedele e instabile di prima, un abbraccio soffocante, sù la maglia, pruriginoso attacco di sadomasochismo che smussa e incide, scolpisce in maniera decisa la mia scrittura. Ho sentito un pugno e la carezza, pantomima della comunicazione, dammi il bacio inesistente che arresti il sanguinamento della vita, che arresti quell'interminabile emorragia, sangue, sangue in dissolvenza. Ne è intriso il frammento di vetro ai miei piedi, piedi che si sfiorano timidi, è di un blu senza contorni, quasi trasparente. Io che di fronte a te, mi scosto e mi ritraggo, non voglio che mi rifletta, io orizzonte confuso col mare in tempesta, non voglio mostrarmi. Un'estremità del cielo si è rischiarata, e il frammento di vetro si è subito offuscato.
Blu quasi trasparente - Murakami Ryū



… siamo tutti case vuote
e aspettiamo qualcuno
che apra la porta e ci renda liberi

un giorno il mio desiderio si avvera
un uomo arriva come un fantasma
e mi libera dalla mia prigionia
e io lo seguo, senza dubbi, senza riserve…
finché incontro il mio nuovo destino
Ferro 3 - La casa vuota - Kim Ki-Duk

a F.

56 commenti:

  1. ciao! ma che meraviglia questo video!
    anche il testo, molto intonato al post:)
    come si fa per parlarti in pvt?
    che faccio?
    ti lascio la mia mail?
    teti900@hotmail.it
    (poi la tua la distruggo appena inviata la comunicazione:))

    RispondiElimina
  2. Un'immagine da tempesta perfetta.
    Peccato che, in fondo, continuiamo ad essere sempre troppo piccoli, per quelle onde, quelle forze.
    Forse siamo i piedi timidi che non si sfiorano.

    RispondiElimina
  3. @Teti900: vero? È di una semplicità quasi infantile ma allo stesso tempo, proprio per questo motivo, molto significativa! E.mail… fatto! :)

    RispondiElimina
  4. @MrJamesFord: stupenda immagine molto molto sensuale, quella da te usata, e forse, chissà, sarà questo il motivo dell'attrazione quasi mostruosa che è nascosta e allo stesso tempo così evidente? / avevo timore ad intitolarlo così… ma spero si comprenda che non è riferito all'evento foriero di disgrazie (cioè insomma… ) ;)

    RispondiElimina
  5. grazie, visto:))
    si capisce si capisce che non è riferito:))
    ahhh dimenticavo kim ki Duk!
    adorato regista!!!
    il mio film in assoluto preferito primavera, estate, autunno, inverno e___ ancora primavera (____ ecc all'infinito:) ma tutto il cinema di quel regista.
    c'è una scena del coccodrillo che propongo di tanto in tanto sul blog ___ lui è quasi una guarigione per me, ogni suo film.
    molti descrivono la mia dimensione. ferro3 meno, ma l'isola ecc quelli più "bucolici" come li chiamo io, lenti e silenziosi a me fanno tanto bene!

    RispondiElimina
  6. @Teti900: sì son diversi, tra l'altro l'ho usato in un altro post il bucolico quattro stagioni + una :))) in questo caso mi serviva proprio Ferro 3! strepito e dissoluzione! ;)

    RispondiElimina
  7. Come al solito fantastica, oggi anche seducente. Cos'è, la primavera che ti risveglia?

    RispondiElimina
  8. Non per fare la ruffiana, ma questo è un blog veramente fantastico, ribadisco.
    A volte ho paura di commentare perché credo di non riuscire a capire quello che provi quando scrivi, ho il timore di dire qualcosa che sia fuori luogo.
    Bellissimo, comunque :)

    RispondiElimina
  9. @InneresAuge: ehm… può darsi, decisamente, obbligatoriamente! :))))

    RispondiElimina
  10. @Juliet: il mio tsunami si nutre anche dei vostri commenti! ahia… non vorrei essere fraintesa… ma no! ;)

    RispondiElimina
  11. Petrolio, si comprendeva benissimo.
    L'attrazione per questa grandezza, nella nostra piccolezza, è più che sensuale, direi quasi una bomba sempre pronta ad esplodere!

    RispondiElimina
  12. Apprezzo sempre molto le tue scelte musicali. Anch'io come Juliet: quasi mai commento, ma leggo la tua prosa poetica con stupore.

    RispondiElimina
  13. @MrJamesFord: mi piace parecchio questo concetto; l'altra sera, credo sabato, forse l'unica sensata teoria ascoltata a Quark (che da un po' di tempo a questa parte risultava noioso e deludente) e che in sostanza già ritenevo valida e fondamentale: l'attrazione per il cervello dell'altro/a. Son sempre più convinta e presa dalle menti e dagli interessi culturali. Piacere immenso! ;) Innesco pronto!

    RispondiElimina
  14. io invece ti sparo le mie cazzate senza paura, tanto lo sai che sono mezzo matto e l'altra metà pazzo, nonché rozzo ignorantissimo outsider, talentuoso dinosauretto che spacca il guscio dell'uovo con la sua spada di luce... ehm... forse stavolta facevo meglio a tacere, visto che marea di cazzate?
    Un bacio impetuoso!! :D

    RispondiElimina
  15. si anche io lo sniffo l'uniposca... ( grazie per le mani:) )

    RispondiElimina
  16. avete già detto tutto (cit.) cosa posso dire ancora...
    fantastica l'idea della zuppa miracolosa come quella di asterix! :)

    RispondiElimina
  17. Meraviglia Kim Ki-Duk. Vedere incidere nel legno tutto il Sutra del cuore in "Primavera, estate, autunno, inverno... e ancora primavera", è stato estatico.

    RispondiElimina
  18. ...anche essere innamorati è uno tsunami ;)

    RispondiElimina
  19. Petrolio, che dire!?
    Scoppia, vediamo che combini!

    RispondiElimina
  20. Sì, si capisce che non c'era riferimento...
    ma il post è devastante lo stesso.
    Sarà la primavera? :D

    RispondiElimina
  21. Sono in un altro mondo...
    E questo mondo l'adoro!!

    Grazie.

    RispondiElimina
  22. @Lucien: caro, molte volte convergono i nostri gusti musicali! Come potrebbe non essere con te che hai l'avatar dei gong? :) *

    RispondiElimina
  23. @ZioScriba: ma vaaaaaaaaaaaa! la tua spada di luce è ignorante quanto la kim ki-duk ferro 3… e infatti mai fuori luogo le avvicino e le rendo le mie nuove armi ufficiali altro che missili terra aria terra-terra! ****** ciao pazzio adorato!

    RispondiElimina
  24. @JulesBonnot: XXXX:D il mio è azzurro tendente al lilla, il tuo? :) mani odorose! ;) *

    RispondiElimina
  25. @RobyDick: la zuppa in cui mi tufferei ogni giorno e invece devo sorbirmi i 'romani'! :)))) **************

    RispondiElimina
  26. @EmmaPeel: quell'acqua l'ho sognata per anni, quegli alberi, quel candore e in mezzo, perché una meraviglia come dici tu non difetti di nessun aspetto della vita terrena e ultra, il sangue e la sofferenza e l'amore! ;)

    RispondiElimina
  27. @ReAnto: il più grande e il più devastante, infatti! un abbraccio avvolgente! ;)

    RispondiElimina
  28. @MrJamesFord: stappate, fate respirare e decantare, poi si vedrà! ;) :))))

    RispondiElimina
  29. @WebRunner: per fortuna… uff te e la primavera! :)))))))) sarò l'unica runner che odia il caldo? :)

    RispondiElimina
  30. @IlGrandeMarziano: è stato un piacere! :)))) *****

    RispondiElimina
  31. @Fer: oh, cara, grazie! ti vedo anche su face! Fantastico anche il tuo mondo, mi ci cucio in mezzo, come in un grande ideale patchwork! :) *

    RispondiElimina
  32. Viviamo qui ora, e sebbene,
    altrove, una ragazza si appoggi
    al finestrino del treno, un dito
    attorcigliato allo zaino zeppo
    di tutto ciò che possiede –
    questo ci basta. Siamo
    le luci, le luci, le luci
    che i treni superano nell’oscurità.
    Kate Clanchy

    RispondiElimina
  33. @Giardi: non posso più far a meno delle bricioline così saporite che semini! *******

    RispondiElimina
  34. Io stappo, allora.
    Ma non credo di aver la pazienza di far decantare.
    Abituato con i superalcolici, mi butto subito sulla preda! ;)

    RispondiElimina
  35. @MrJamesFord: mi so adeguare… son camaleontica! :)

    RispondiElimina
  36. da aggiungere solo applausi...

    RispondiElimina
  37. @Ernest: eri da me mentre visitavo il tuo blog! :)))

    RispondiElimina
  38. @Astronauta: vale anche per il tuo, ripasserò! ;)

    RispondiElimina
  39. Potente sensualità. Spesso mi dimentico che in Oriente le persone, specie quelle colte, non sono poi così compassate come può sembrare a prima vista. Non c'é nulla di casuale in questa tua scelta, vero?

    RispondiElimina
  40. Hanno già detto tutto (cito robidyk)...

    RispondiElimina
  41. @AdrianoMaini: Proprio quel che penso io, ma mi è impossibile dimenticarlo, avendo sotto mano, sempre, cinema e letteratura con gli occhi a mandorla! ;) Nulla di casuale! :) *

    RispondiElimina
  42. @EttoreAldimari: medicina nel taschino! :))))

    RispondiElimina
  43. @Alli: :PPP sei qui, importante! *****

    RispondiElimina
  44. sarà scomodo. non sono sepolti davanti casa mia loro

    RispondiElimina
  45. @JulesBonnot: si passeranno il messaggio… tra defunti e poeti sai com'è… :)))))) *

    RispondiElimina
  46. a volte è amara la voce delle onde

    stay immersed

    RispondiElimina
  47. Non conoscevo nè blu quasi trasparente nè (ovviamente) l'autore. Grazie!
    È un bel passaggio. Un dolce tsunami. Dolceamaro, a volte.
    Carinissimo il video :)
    Ciao

    RispondiElimina
  48. @Eustaki: a volte sub-dolcissima! Immersa da una vita! ;)

    RispondiElimina
  49. @Andrea: se senti vicinanza con la scrittura orientale della sensazione poco sensazionale, della omogeneità tra natura circostante e profondità d'animo e del contrasto tra vissuti e superficie, te lo consiglio! :)

    RispondiElimina
  50. Tanto di cappello ad uno "tsunami" particolare che hai pubblicato in questo tuo post e così pure per il video.
    Il tutto veramente di classe.

    RispondiElimina
  51. @IlMonticiano: classe 72-La pazza, sezione D-I pazzi! :)

    RispondiElimina
  52. Allora lo metto nella lista dei libri da comprare e leggere. Promesso! :)

    RispondiElimina