mercoledì 6 ottobre 2010

la cosa

Idea allo stato gassoso. Una sostanza indefinita che si poggia su un gomito con la mezza faccia nella mano a guardarmi, bocca piegata in un ghigno perfido, occhio mezzo chiuso e storto, naso arricciato e unghie nel velluto della guancia. Lasciano un segno e una riga violacea. È inutile che ci passi sù il palmo o una spazzolata carezzevole. Ormai hai fatto il danno. E la mia idea? Sì stupenda, tutto ciò che avresti potuto desiderare. Ma non basta. Come, e il tutto? Cosa vuoi che me ne faccia? M'impegno, il risultato non cambia, il voto non mi interessa e l'aspetto è immutato, lo stesso suono da mesi, mhhh… identico all'idea che ho di te. Indefinita. Tu sai che stai facendo un errore. Lo senti. L'intuito deve aver fatto la sua comparsa anche in te, in qualche remoto angolino, ci ha scavato una piccola dimora, 1 metro quadro, bagno, letto e cucinotto. La ragione ha il sopravvento. Le sensazioni se vuoi te le impresto. Ne ho quante ne vuoi. Buone, cattive, medie e da scartare, ma sempre istinto è, e che a te piaccia o no, fanno parte del pacchetto regalo. Ritirare alla cassa lo scontrino. Sarà pure gratis, ma io voglio far le cose in regola… non si sa mai, dopo, qualcuno voglia rendere o esprimere lamentele. Capire, decifrare, capire? Ma basta, non puoi precisar metodo su tutto, ti allontaneresti irrimediabilmente dal bello e una volta perdute quelle strade che fai? Rimani sul ciglio a goderti la vista, magari fai uno scherzetto a qualcuno? Io sì, lo farei. Giappone mio maestro di cinema e di vita. Tu? No, aspetti l'autobus ci salti sù e ingrani la marcia giusta. Non sono io, quella. Ma siediti e goditela. Nelle cuffie avrà sicuramente la musica che piace a te. È finzione, e tu fai da controfigura. L'ambientazione è adatta a te. Aderiscile sulla sinistra, puoi aggiustare le luci, ma il set non lo costruisci tu, non illuderti. Io alla macchina da presa spero che un incidente al momento giusto faccia più piacevole e incoerente tutta la realizzazione. Cosa diavolo… ah, sì, bè, bello. Prendi il cestino, ho preparato dei panini, strozzati. Giusto, sbagliato, giusto! Rimedio, scusa, m'hai persa.


20 commenti:

  1. mmmmhhh......dice il RoFpo (dopo aver letto il mio ultimo post) che la devo smettere di frequentarti.......ghghghghg....
    ..vedrai che a te dirà la stessa cosa....ehehhehhehhe....

    RispondiElimina
  2. Ma "immersione" è bellissima! Che viso espressivo!

    RispondiElimina
  3. L'ho riletto 3 volte. E tutto si focalizza sull'incipit dell'idea gassosa. La associo alla figura del peto. E' più forte di me. Ha condizionato l'intera lettura lo ammetto. Per tre volte leggevo, ridendo perchè pensavo che l'idea gassosa era in realtà un peto.

    RispondiElimina
  4. Eh ma che cazzo PET. Vaffanculo dai. Sei troppo brava. Ergo: Vaffanculo!
    Ma porc...
    :-)
    Yang
    ps: Primo!!! YEAH!

    RispondiElimina
  5. C'ho provato, giuro che c'ho provato, ma stavolta ti ho persa.

    Mi piacerebbe leggere il tuo stile (davvero molto bello) applicato a qualcosa di un po' meno ermetico. Sempre che questo non significhi snaturare lo stile, s'intende. ;-)

    RispondiElimina
  6. @ Chica: sconsigliabile anche a me stessa! IO sono così, non riesco nemmeno a render solida e razionale la mia testolina in ebollizione. aiuuuuut :OOOO

    RispondiElimina
  7. @ Juliet: pazza da legare! :)

    RispondiElimina
  8. @ BoccaLarga: stavolta hai superato il Socio! ahahahahahahahah! e mica sei andato lontano!!!! Posso essere fastidiosa e fuori luogo come un peto! ahahahahahahah!

    RispondiElimina
  9. @ Yin&Yang: ahahahahaha! grazie! per il vaffa! mi ci vuole e non sono mai abbastanza! :)

    RispondiElimina
  10. @ IlGrandeMarziano: è proprio perdere il senso! Non appena pensi di averlo afferrato ti sfugge (il peto oddiuuuuu non riesco ad uscirne nemmeno io ora che me l'ha messo in testa maledetto BoccaLarga) XXXX:D
    Meno ermetica? ci proverò… ;) t'avviso!

    RispondiElimina
  11. Una sostanza indefinita nella riga. Ormai hai fatto il danno. Sì stupenda, tutto ciò che avresti potuto desiderare. Ma non basta. CTu sai che stai facendo un errore. Lo senti. Sarà pure gratis, la musica che piace a te. Io da presa spero che un incidente al momento giusto faccia rimedio.

    RispondiElimina
  12. E' uno stile strano il tuo modo di scrivere... affascinante!

    RispondiElimina
  13. La mia stima per quell'uomo detto Rospo dalla Bocca Larga sta mettendo a rischio la mia (presunta) eterosessualità

    RispondiElimina
  14. @ Alekermit: ahahhahahahaha! direi che questo e quello di BoccaLarga mi porteranno inevitabilmente alla pazzia… quella che ancor mi rimane di accogliere nella testa già occupata! :P

    RispondiElimina
  15. @ Lorenzo: non badare a quanto sia pazza e va oltre, se puoi, se vuoi… :)

    RispondiElimina
  16. @ Alekermit: che fai rinneghi? Sulla nuvola ci sta anche BoccaLarga e consorte! :) non figura, ma è simpatica/complice assai! Tu stai con BoccaLarga, io e la consorte cuciniamo! ;)

    RispondiElimina
  17. ...e se poi da quella nuvola, improvvisamente, piovesse PETROLIO?

    RispondiElimina
  18. la cosa! pesantissimo e appiccicaticcio su tutti i rompi…! :)

    RispondiElimina