lunedì 6 settembre 2010

cuore di donna


È un ring, ora lo vedo chiaramente e lo riconosco. A tappeto, dopo un gancio sinistro che gli ha lasciato scoperto l'arco gengivale, metà incisivo laterale è scomparso, quello centrale sanguina vistosamente… inutile continuare a ripetere, è gioco, non è vita. Le regole non esistono e l'unica vera legge da rispettare è colpire, più velocemente e più forte. Distruggere. Aspettate, è il turno della bellezza cartello, è già entrata e scavalca le corde, il ragazzino molla la spugna e la guarda a bocca aperta. Cristo non è una donna! Ha gridato qualcuno da sotto. Cosa ti aspettavi? Dopo la cacciata, anche volendoci perdonare, credi che tornerebbero? Hai ragione, come al solito. È assurdo. Sì, proprio così. E più domando a me stesso ragione di quanta bestialità abbiamo commesso e più mi giustifico: nulla ha più senso, se non la nostra prigione nella quale esser liberi di far tutto e il contrario di tutto. Siamo ormai degli emarginati, nella nostra rivolta abbiamo rifiutato tutte le leggi e sovvertito l'ordine sociale, siam mostri senza nome, privi di morale, nemici della civiltà, complici della menzogna, esseri abietti ed abili nel costruirsi e ricordare gli alibi. "È un posto senza donne. Sono state espulse da questa città". Incamminati, lascio una lettera e arrivo. Scosto macerie e vuoto intorno a me, ti raggiungo e proseguiremo insieme, ricercando soli e disperati, il punto di partenza, lì dove l'inganno è iniziato, dove lo spettacolo e i fili son stati applicati, a membra stanche e flosce, che si fanno dure su più indifesi capi. Chi riuscirà a far crollare il regime totalitario dell'egoismo e del dramma affettivo, chi ristabilirà l'equilibrio delle emozioni dopo secoli di violenza? C'è bisogno di disertare la normalità della ferocia. Si deve esporre e divulgare il cambiamento di paradigma della coscienza, imparare il senso profondo del sentimento e dell'affettività. C'è bisogno di loro. Dobbiamo ritrovarle, riportarle qui, e ricominciare ad amarle. Dolci, fragili e forti donne.
Sembra tutto così complicato. Eppure è così semplice. Avessi avuto la luna, o Drusilla, il mondo, la felicità, sarebbe stato diverso. Tu lo sai, Caligola, che potrei essere tenero. La tenerezza! Ma dove trovarne tanta da soddisfare la mia sete? Dove trovare un cuore profondo come un lago? Non c'è niente che mi vada bene, né in questo mondo né in quell'altro. Eppure sono certo, ed anche tu lo sei che mi basterebbe l'impossibile. L'impossibile! L'ho cercato ai confini del mondo e di me stesso. Albert Camus, Caligola


Crediamo di conoscere il dolore quando perdiamo chi amiamo. Ma c'è una sofferenza molto più terribile: quando ci accorgiamo che anche i dolori non durano a lungo.

12 commenti:

  1. io credo nel dolore, ci credo così tanto che cerco di non averne altro.

    RispondiElimina
  2. Impossibile. Soffrirei anche nella felicità più intensa. Lo so per certo. Più la cercassi e la trovassi più sarei infelice e ne patirei! Nel dolore c'è anche una parte dell'amato, quando finirà anche il dolore non ci sarà che un debole ricordo suo e della felicità che m'ha dato.

    RispondiElimina
  3. e rimani chiederti come mai, una cosa che prima è stata così totalizzante, all'improvviso puoi fissarla come un Golia fisserebbe David.

    RispondiElimina
  4. azz… dici che mentre veniva fatto fuori lo guardasse amando il suo esecutore? Come il Golia/caravaggio/peccatore! bella immagine! quasi quasi cambio quella di Bacon! :)

    RispondiElimina
  5. tutto ciò mi inquieta, che dite è un buon segno?

    RispondiElimina
  6. di solito per me è UN segno. Buono o cattivo non saprei! :)

    RispondiElimina
  7. ciao petrolio, sono venuto solo per un umile saluto, non riesco a leggere i tuoi post con la necessaria tranquillità purtroppo e mi perdo...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  8. sei sempre il benvenuto! facciamo così, lasciami la tua testolina come ha fatto Golia, te la ridò tra un po', imprimo a poco a poco le mie visioni! :)

    RispondiElimina
  9. Golia ha fatto questo? e...
    che ne è stato di lui? :D

    RispondiElimina
  10. ho prelevato materia grigia (mica tanta :)))) e un pochettino di boria! Faccio esperimenti sul metodo di eliminazione altri-Golia; chissà che non riesca a buttarne giù 'qualcun altro' con una semplice fionda! ;)

    RispondiElimina