lunedì 13 settembre 2010

T2


Vendo Westfalia T2, benzina, cilindrata 1584cc, aprile 1971, colore bianco-verde originale, manutentato con ricambi originali. Le caratteristiche tecniche finiscono qui. Ma questo non è un annuncio come tutti gli altri su trovit o su vendomì! Il mio pulmino è magico, ragazzi! Tre volte in Olanda, un ritorno in patria germanica, e mitico viaggio in Svezia-Finlandia-Norvegia-Danimarca! Hal si chiama! Io non sono altro che la sua nutrice, il suo carburante, lui è intelligenza e vento del nord, non potrei controllarlo o provare a frenarlo. Lui decide e calcola il percorso, non ci si organizza, non ci si carica inutilmente, si prende e si parte! Folgorazione e rivelazione del pensiero per tutti e per nessuno. Ogni volta che ci entro, metto in moto e vado, mi copro di enigmi, di significati e di ambiguità profetiche che posson essere una benedizione o costituire una grande disgrazia… Prendo congedo dal bene e dal male e m'immergo nella musica, nelle visioni, nel tempo buttando dal finestrino ogni tipo di pensiero e la forma sofisticata e fredda. A bordo immagini, sentimenti e sensazioni immediate e primitive, faremo un viaggio lungo, senza manipolazione delle tappe, spontaneo e sensibilmente legato alla fantasia, al simbolo senza volto, isolato dai tecnicismi, legato all'arte del saper vivere con tutto ciò che si trova a portata di mano. Le mani sul volante, i piedi in aria, gli occhi nel vento, malinconici e comici, silenziosi e loquaci, pessimisti e irrimediabilmente romantici, nudi ed esposti al contagio della natura per poi ritornare più forti o più folgorati, superuomo o spirito stremato senza nessun'altra energia. Cos'è per noi due lo spirito di gravità, non ne conosco l'origine, non voglio sapere dove vada a parare quel sentiero che due ingressi e due uscite presenta, è un serpente che si morde la coda, un attimo che può durare un'eternità, noi lo lasceremo a casa, bagaglio mai assicurato alla nostra griglia, valigia mai riempita. Perché me ne separo? Hal è impazzito, non ne vuol più sapere di me. Si sarà innamorato, deve aver incontrato qualcuno, sarà stato la pompa del distributore, il ponte alla revisione, si ribella alla sua matrice, anima in sospensione e continua nel suo viaggio, sceglie un timoniere diverso e io ritorno agli uomini… manina in alto, sì, caro, le permetto un ballo.

Io sono per la prima volta felice di aver vissuto tutta quanta la mia vita. E l'attestare questo non mi basta ancora. Vale la pena di vivere sulla terra.

2 commenti:

  1. Non venderlo, monta su e passa a prendrmi...

    RispondiElimina
  2. cavolo! Alli, ci staresti a meraviglia! abbinamento quanto mai riuscito! :)

    RispondiElimina